Dimenticare figlio in auto. Perché?


La fretta di uscire tutte le mattine presto per andare al lavoro, le mille cose da sbrigare durante il giorno e le corse per poi per ritornare a casa molte volte mettono a dura prova le persone che arrivano molto spesso anche a dimenticare un figlio in auto. Com’è possibile? Come mai la mente si chiude di fronte a tanta evidenza e non riesce a ricordare che prima di fermarsi al lavoro e chiudere la macchina deve far uscire il proprio bambino? Purtroppo ormai le tragedie di questo tipo non si contano più e sono tanti i genitori che per un motivo o per un altro hanno dimenticato il proprio figlio sul sedile posteriore dell’auto!

Dimenticare figlio in auto al sole.

In piena estate 15 minuti sono sufficienti per portare l’abitacolo vicino ai 65 ° (Fonte)

Perché un genitore dovrebbe dimenticare il figlio in auto?

L’unica ragione che può spiegare questa atroce dimenticanza della mente umana è una sorta di blackout che si impossessa del cervello e che arriva a far spegnere la colleganza tra azione ed emozione, causando una scissione totale che porta ogni cosa in una direzione diversa. Quindi, nulla a che vedere con la mancanza di amore e di affetto? Pare proprio di no e la mente sembra omettere la presenza di un bambino in auto come se fosse una cosa del tutto normale, vista la mole di impegni che si presentano quotidianamente nella vita di ognuno di noi.

Sono in molti gli psicologi che sostengono come queste tragedie in realtà celano una problematica sociale legata ai ritmi travolgenti della società moderna: l’andare sempre di corsa porta inevitabilmente a dimenticare prima o poi una determinata cosa. L’amnesia dissociativa coinvolge oggi più spesso i coniugi che accudiscono i figli da soli e non hanno nessuno su cui scaricare per qualche ora al giorno le loro responsabilità.

Clicca qui per vedere il nostro progetto per risolvere questo problema