Bimbo rischia di morire in auto – Roma 08/01/2017


Talvolta i brutti vizi e le cattive abitudini portano le persone a compiere gesti sconclusionati e fuori da ogni logica morale. Un bambino di tre anni, dimenticato di notte in auto a , mentre le temperature erano sotto lo zero, è stato salvato dai carabinieri. Il padre è stato arrestato per abbandono di minori: infatti, è stato rintracciato in una sala slot mentre giocava.

Bimbo rischia di morire in auto a Roma

La vicenda è accaduta nel pieno centro di Ostia alle 4 di notte, quando la le temperature erano tra i -2 e i -4 gradi: ad avvisare i soccorsi è stato un passante che ha notato il piccolo chiuso in un’auto parcheggiata che gesticolava. Immediatamente sono intervenuti i militari della compagnia di Ostia e con alcune indicazioni sono riusciti a far capire al piccolo come aprire la portiera, così lo hanno soccorso e coperto per ripararlo dal freddo.

Il bambino, di tre anni, aveva addosso solo una tutina di cotone, così un carabiniere gli ha messo sopra le spalle il suo giaccone e lo ha messo nell’auto con i riscaldamenti accesi. Poco dopo è arrivata un’ambulanza che lo ha trasferito in ospedale per sottoporlo ad eventuali accertamenti. Il piccolo, impaurito e spaventato, stava per cadere in ipotermia e dopo le cure è stato riaffidato alla madre.

Il padre, un 33enne originario della provincia di Vibo Valentia, residente a Roma, aveva dei precedenti penali in corso ed è stato condotto in caserma in attesa del rito per direttissima. I carabinieri che hanno ricostruito la vicenda hanno affermato che il bambino è rimasto in auto per almeno due ore, abbastanza per morire di freddo. Il padre si era fermato nella sala slot vicina a giocare alla videolottery, ignaro di ciò che stava accadendo.

Fonte

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *